Guida alla corretta cura del bonsai

Guida alla corretta cura del bonsai

Tutto quello che c’è da sapere sugli alberi in miniatura

I bonsai sono, ormai, diffusissimi in case ed appartamenti. Sono in tanti a scegliere di abbellire la propria abitazione con questi alberi in miniatura che, da qualche anno, spopolano ovunque. L’amore per questi piccoli vegetali, nato in oriente ma arrivato, ormai, in tutto il mondo, ha spinto i professionisti del settore a documentarsi in materia, così da poter fornire efficaci consigli su come garantire alla pianta una lunga vita in salute. Anche la Vivai Mari ha intercettato questa consolidata tendenza, inserendo all’interno del proprio organico dei bonsaisti esperti, capaci di intervenire per qualsiasi evenienza o necessità. L’errore più comune è quello di pensare che un bonsai, viste le dimensioni ridotte, necessiti di una minor quantità di cure ed attenzioni. La realtà dei fatti non potrebbe essere più diversa. Infatti, basta una piccola disattenzione per condannare l’albero in miniatura a morte certa. Vediamo, allora, come procedere alla cura di questa piccola pianta da appartamento.

Una riflessione preliminare

Se si è pronti a compiere questo grande passo, decisi ad acquistare il primo bonsai, è doveroso fare alcune preliminari precisazioni.La prima scelta è tutt’altro che semplice, perché potrebbe, addirittura, determinare il successo o il fallimento dell’impresa. Come accennato, il bonsai richiede una certa attenzione ed un certo numero di cure, ragion per cui il primo acquisto deve essere necessariamente mirato. Gli esperti consigliano di partire da una specie comune, in grado di adattarsi senza difficoltà ad ogni tipo di ambiente. In questo modo, chi non è particolarmente esperto potrà cimentarsi nella coltivazione senza alcun tipo di rischio o trauma.

Le operazioni da effettuare

Come abbiamo detto, il bonsai ha bisogno delle stesse cure riservate alle piante “di altezza normale”. Infatti, anche l’albero in miniatura necessita di essere annaffiato, con una frequenza che non può essere classificata su parametri standard, poiché varia a seconda della tipologia prescelta. Qualunque guida in materia, però, consiglierà al proprietario di idratare il bonsai qualora si accorga che il terreno su cui affonda le radici risulti essere asciutto. Poiché i vasi in cui solitamente alloggia il bonsai hanno dimensioni contenute, così come le sostanze nutritive contenute all’interno della piccola porzione di terreno, è bene supportare la crescita del vegetale con l’apporto di appositi concimi. Questo assicurerà alle radici, ed all’intero tronco, di assumere nutrimento sufficiente al fabbisogno dell’albero. Da ultimo, si suggerisce di non sottovalutare l’area di collocazione scelta per il bonsai. Un ambiente luminoso è essenziale per garantirne lo sviluppo, sebbene con le dovute accortezze. È sempre preferibile, infatti, non esporre il bonsai al vento ed individuare un’area in cui l’azione dei raggi del sole non risulti eccessiva. Anche per gli alberelli da interno è ideale una zona che goda di buona luce per gran parte della giornata. Per ricevere informazioni più dettagliate in merito, rivolgiti ai bonsaisti di Vivai Mari, a tua disposizione per ogni tipo di consulenza. Ti basterà accedere alla sezione contatti del sito internet e richiedere un appuntamento.

Come curare le piante d’appartamento

Come curare le piante d’appartamento

Leggi la nostra miniguida completa su come curare le piante d’appartamento e farle durare più a lungo

Le piante in casa sono, per alcuni, ancora un tasto dolente. Questo accade, soprattutto, a causa di una convinzione troppo radicata. Si pensa, infatti, che la vegetazione casalinga richieda una gran quantità di cure, da programmare durante l’arco della giornata, magari togliendo del tempo ad attività più divertenti. La verità, invece, è che con poche e semplici mosse è possibile garantire alle piante da appartamento una lunga durata, senza che vengano impiegate energie eccessive. La Vivai Mari, che da anni organizza una serie di corsi ed attività mirate, si occupa non solo della vendita, ma anche e soprattutto della cura del cliente, al quale fornisce consulenze relative ai procedimenti necessari per prendersi cura delle proprie piante e farle durare più a lungo. Al numero 06.3240171 è possibile richiedere tutte le informazioni al riguardo. In attesa, ecco alcuni piccoli segreti in anteprima.

La conoscenza

La prima, e fondamentale, regola è proprio quella di studiare esattamente la pianta che si è intenzionati a coltivare. Questo rappresenta un passaggio da non sottovalutare, perché considerato il primo e fondamentale approccio al mondo della vegetazione. Solo avendo una piena conoscenza delle piante e delle loro esigenze, si potranno programmare degli interventi mirati e non invasivi, volti a preservare lo stato di salute delle foglie, senza alcun tipo di stress.  Ad esempio, non molti sanno che anche la scelta della posizione del vaso riveste un ruolo decisivo. Infatti, non tutte le piante riescono a sopravvivere in condizioni di scarsa luce e non tutte le piante hanno bisogno di un costante e continuo afflusso di acqua. Ogni radice ha necessità di un terreno in grado di fornire il giusto sostegno, da scegliere, di volta in volta, in base alla tipologia di vegetazione che si intende inserire nell’appartamento.

L’attrezzatura

Oltre ad uno studio approfondito della materia, è bene essere forniti di un’attrezzatura adeguata alla quantità e qualità di vegetazione che si desidera coltivare. Sebbene non esista un kit universale, è sicuramente possibile elencare alcuni degli elementi immancabili dell’equipaggiamento di un perfetto giardiniere. Al di là dei vasi, immancabili, è fondamentale munirsi di terriccio ed annaffiatoio. L’avanzare della tecnologia ha permesso la creazione dei cosiddetti vasi auto irriganti, pensati appositamente per chi passa tanto tempo fuori casa o, semplicemente, non vuole dedicare troppi momenti ad idratare le piante. A tal proposito è doveroso rammentare che la frequenza di irrigazione varia in base alla tipologia di vegetazione scelta. Da ultimo, in casi particolari, potrebbe essere utile anche una lampada specifica, pensata per agevolare la crescita delle foglie e dei fiori. Gli esperti del settore consigliano, almeno per i primi tempi, di cercare una ditta specializzata a cui rivolgersi per forniture e consigli. La Vivai Mari, azienda leader sul mercato, mette a servizio del cliente un team preparato e disponibile, a cui chiedere delucidazioni per eventuali dubbi in materia. Visita il sito internet www.vivaimari.com e scopri tutti i servizi pensati per te.

Le piante migliori per ambienti con poca luce

Le piante migliori per ambienti con poca luce

La nostra guida per scegliere le piante più indicate quando si deve abbellire un ambiente poco illuminato

Le piante sono, ormai, diventate un importante elemento decorativo e di design. All’interno degli appartamenti svolgono il prezioso compito di abbellire l’ambiente e donare a questo calore ed accoglienza. Al contrario di quanto si possa pensare, la scelta della vegetazione da inserire nella propria casa non è affatto una questione da prendere alla leggera, proprio perché ogni tipologia di pianta richiede, per sopravvivere, specifiche condizioni ambientali. In relazione a questa importante considerazione, da Vivai Mari troverai una selezione di corsi ed attività volte a fornire ai partecipanti le competenze tecniche necessarie per orientarsi nel vasto mondo della vegetazione casalinga. Uno staff di esperti, sempre a disposizione, sarà lieto di condividere con il gruppo tutti i segreti del settore, così da formare persone in grado di prendersi cura del giardino e delle piante in generale. Così, anche chi ha a disposizione solo ambienti con poca luce, potrà scegliere le piante migliori da inserire in tale specifico contesto.

Tutta una questione di scelte

Il fatto di possedere una piccola casa, magari non perfettamente esposta al sole, non è motivo di rinuncia per chi ha il desiderio di abbellire gli spazi con piante e fiori. L’errore più comune tra i profani è, infatti, quello di pensare che tutte le piante abbiano bisogno, per sopravvivere, di una gran quantità di luce. In realtà, sebbene occorra precisare che l’assenza totale di luce comporti l’impossibilità di coltivare qualsiasi tipologia di verde, esistono piante in grado di crescere rigogliose anche con poca luce naturale. Queste possono, dunque, essere posizionate in ogni parte della casa, comprese le stanze che non godono di una grande esposizione. Esiste un semplice, quanto efficace, trucco per riconoscere immediatamente la vegetazione più adatta per gli interni ed è legato al colore delle foglie. Infatti, un verde intenso sta ad indicare un’elevata concentrazione di clorofilla e ciò permette alla pianta di fissare grandi quantità di luce, anche quando questa scarseggia.

Alcuni esempi

Tra le piante migliori, in caso di ambienti con poca luce naturale, esistono alcune varietà largamente note, la cui presenza in casa è diventata, ormai, una prassi. Si tratta di elementi che, nella gran parte dei casi, non necessitano di particolari cure, proprio in relazione della resistenza tipica conferita loro da madre natura. Tanto per citarne qualcuna, si ricorda la zamia, la kenzia e l’edera. Attenzione, però, a confondere le caratteristiche della pianta con la totale autosufficienza della stessa. Infatti, va ricordato che anche la vegetazione che si sviluppa in condizioni di poca luce, ha le identiche necessità delle foglie che crescono in ambienti soleggiati. L’irrigazione, la concimazione e tutte le classiche accortezze vanno riservate anche alle piante cosiddette da appartamento, per evitare che la trascuratezza ne rovini irrimediabilmente il fogliame. Se anche tu desideri abbellire la tua casa con del verde, ma hai problemi di scarsa luminosità, rivolgiti ai professionisti di Vivai Mari, pronti a consigliarti le tipologie più adatte all’ambiente descritto. Contatta l’azienda e richiedi subito assistenza.

 VIVAI MARI SRL | Sede Legale: V. del Campeggio 16, 00135 Roma (RM) | rea: 422817 | capitale: 51.480 €. | P. Iva: 01143061008 Privacy & Cookies Policy

si4web

© 2018 | All rights reserved