Consigli utili per progettare gli spazi esterni

Consigli utili per progettare gli spazi esterni

Come ottimizzare le superfici a disposizione

Lo spazio esterno è uno degli ambienti più importanti dell’abitazione. Le nuove tendenze in materia dimostrano come, nell’acquisto di una casa, gran parte dell’attenzione venga riservata alla presenza di spazi esterni da sfruttare in svariati modi. Gli esperti di design hanno intercettato questo nuovo indirizzo e studiato soluzioni eleganti ed innovative per la progettazione di uno spazio esterno ideale, che accontenti anche i clienti più esigenti. L’azienda Vivai Mari si occupa da anni della progettazione di giardini esterni, curando tutto nei minimi dettagli, compreso l’arredo ad opera di architetti del verde. Oltre a piante e fiori, sarà possibile anche abbellire gli spazi esterni con complementi che rispecchino lo stile della casa, per garantire all’intera superficie abitabile una continuità sicuramente gradita.Una zona living outdoor darà alla tua casa una marcia in più, ma solo se studiata, progettata e realizzata accuratamente.

Da dove iniziare

Il primo suggerimento utile e, forse, anche il più ovvio, è quello di focalizzare la propria iniziale attenzione sulla superficie a disposizione. Solo una precisa valutazione dei limiti sarà in grado di stabilire concretamente quali progetti è possibile realizzare all’interno dello spazio in questione. Poi, una volta accantonata questa preliminare valutazione, è bene chiarirsi le idee su quale sia lo stile che si vuole conferire alla zona esterna. Questa, come già detto, può essere un prolungamento dell’abitazione o, al contrario, segnare un netto distacco e catapultare il proprietario su un mondo completamente diverso. L’importante è che arredo e vegetazione siano caratterizzati da totale omogeneità, così da scongiurare il rischio che gli spazi esterni sembrino, sostanzialmente, un insieme di oggetti in totale discontinuità fra loro.

Tutta una questione di impegno

Al desiderio di realizzare uno spazio esterno che concretizzi tutti i sogni del proprietario deve, poi, aggiungersi la consapevolezza che proprio tale spazio esterno avrà bisogno di continue cure e attenzioni. Soprattutto con riferimento al cosiddetto arredamento vegetale, va sottolineato come un prato perfetto e delle piante rigogliose siano il risultato di un certo numero di sacrifici. Dall’irrigazione quotidiana alla potatura periodica, tutti gli interventi vanno programmati in base alle esigenze del verde, compatibilmente con la quantità e la qualità della coltivazione presente nel giardino. La progettazione ideale degli spazi esterni comprende anche questa ulteriore fase di riflessione, che consente agli esperti di settore di comprendere fino in fondo quali siano le aspettative del committente. Per questo motivo la Vivai Mari riserva la massima attenzione alle fasi di preparazione ed organizzazione, effettuando anche più di un sopralluogo nell’ambiente interessato, al fine di raccogliere tutti gli elementi utili al lavoro. Se anche tu desideri trasformare o valorizzare il tuo spazio esterno, recati presso la sede dell’azienda, sita in Via dello Stadio Olimpico, n° 16, Roma.

Giardini verticali: cosa sono, come crearli

Giardini verticali: cosa sono, come crearli

Uno sguardo alla nuova tendenza del momento

Un tocco di verde in casa è sempre gradito. Non tutti, però, hanno la possibilità di disporre del giusto spazio per creare il proprio giardino. Tuttavia, se prima si era soliti pensare alla vegetazione come ad un privilegio di pochi, le nuove tendenze hanno sviluppato una valida alternativa al classico terreno seminato che si ammira nelle ville di campagna. Si tratta dei cosiddetti giardini verticali, installazioni di piante e fiori che si sviluppano, appunto, verticalmente, con l’ausilio di pannelli che vengono fissati a muri o pareti. La Vivai Mari, operante da oltre sessant’anni nel territorio laziale, ha uno staff preparato nella realizzazione di questa nuova tipologia di giardino, trasformando in realtà il sogno di un’oasi immersa nel verde, anche per chi dispone di uno spazio ristretto. Affidando le operazioni ad un team di professionisti, infatti, anche un piccolo appartamento di città può diventare funzionale allo scopo.

L’attrezzatura necessaria

Per la realizzazione di quest’opera, è consigliabile chiedere l’aiuto di esperti del campo, in possesso delle competenze necessarie a sviluppare un progetto esteticamente gradevole e perfettamente funzionale. Una volta stabilite forma e dimensione, è il momento di munirsi di tutta l’attrezzatura necessaria ad iniziare i lavori. Proprio perché il giardino si sviluppa in altezza, sarà fondamentale disporre di superfici verticali da adibire a terreno. Alle pareti verranno, dunque, fissati degli appositi moduli, che formeranno la struttura portante all’intero complesso di piante e fiori. Appositi vasi verranno poi agganciati a dette superfici, pronti ad ospitare il terriccio ed i semi. È consigliabile distribuire il peso, per evitare di sottoporre i moduli sottostanti ad un forte stress, che rischierebbe di sollecitare eccessivamente la portanza dell’intera struttura. Allo stesso modo, è bene sistemare i componenti dei giardini verticali in modo da garantire ad ogni pianta la giusta quantità di luce, magari organizzando la collocazione dei vasi in base alle necessità di ciascuna tipologia di coltivazione.

La tecnica

Una volta realizzata la struttura che compone i giardini verticali, l’attenzione può concentrarsi sulla tecnica di irrigazione che permetterà al verde di svilupparsi. Con il metodo denominato idroponico si identificano le coltivazioni fuori dal suolo. Attraverso questa metodologia è possibile assicurare al proprio giardino verticale un costante approvvigionamento d’acqua. Il tutto avviene attraverso dei sofisticati sistemi a goccia, installati sulle pareti che ospiteranno i vasi. In aggiunta all’acqua, vengono inseriti nel liquido di irrigazione dei composti inorganici che hanno il compito di fornire alle piante lo stesso apporto nutritivo normalmente prelevato dal suolo. Da ultimo, si suggerisce di mantenere, tra il vaso e la parete portante, uno strato di aria sufficiente a garantire la perfetta ventilazione delle foglie, così da evitare il proliferare di dannosi agenti patogeni. Prima di passare all’azione, visita la Vivai Mari, ditta specializzata anche nella creazione di giardini verticali. In Via dello Stadio Olimpico n° 16, a Roma, trovi un team di professionisti esperti, disponibili a rispondere a qualsiasi domanda di settore.

Crea un giardino sul terrazzo di casa!

Crea un giardino sul terrazzo di casa!

Scopri come creare la propria oasi privata direttamente nella propria abitazione

Chi non ha, almeno una volta, sognato di avere un giardino in casa? In effetti, l’idea di trascorrere qualche ora immerso nel verde, dopo una giornata di lavoro, si rivela un desiderio di molti. Negli ultimi anni, per assecondare esigenze di questo tipo, le tendenze di architettura ed arredamento si sono spinte verso un’unica direzione, ovvero quella di creare, sul terrazzo, piccoli giardini che non avessero nulla da invidiare alle grandi abitazioni di campagna.  Nasce così l’idea di uno spazio verde studiato nei minimi dettagli, con l’aiuto di esperti del settore, pronti a consegnare al cliente un giardino che sia all’altezza delle aspettative. La ditta Vivai Mari si avvale di un team di esperti, in grado di mettere a punto questo genere di interventi, con un’attività che spazia dalla progettazione, alla fornitura delle piante da inserire all’interno, fino alla manutenzione programmata del giardino in questione. Se anche tu desideri un’area verde proprio sul terrazzo di casa, non ti resta che sapere quali sono i passaggi fondamentali.

Studiare lo spazio

La prima cosa da fare, quando si desidera creare un giardino sul proprio terrazzo, è proprio uno studio accurato dello spazio a disposizione. Questo è fondamentale, perché le dimensioni andranno ad incidere notevolmente sul progetto e sugli elementi naturali che si prevede di inserire nel perimetro. In caso di superfici non particolarmente ampie, il consiglio utile è quello di giocare con le altezze, in modo da permettere al giardino uno sviluppo verticale, che vada a sopperire alla mancanza di spazi orizzontali da sfruttare.

L’esposizione

Un giardino senza sole, si sa, non può esistere. Quello che non tutti sanno, però, è che anche un’esposizione solare eccessiva può danneggiare irrimediabilmente la vegetazione del tanto amato terrazzo verde. Molte piante, infatti, non amano essere colpite dai raggi del sole, ma preferiscono di gran lunga una zona d’ombra. In questo caso è bene conoscere perfettamente le caratteristiche di ciascuna pianta, in modo da creare una disposizione che tenga conto di queste specifiche esigenze naturali.

La manutenzione

Sebbene le dimensioni di un giardino da terrazzo siano, a volte, di gran lunga inferiori alle aree verdi che si incontrano nelle case di campagna, medesimo è il livello di attenzione che il proprietario ha l’obbligo di mantenere con riferimento agli interventi di manutenzione. L’irrigazione e la potatura dovranno, dunque, essere programmate in maniera adeguata, per assicurare alle piante una crescita commisurata agli standard di settore. A tal proposito, una volta realizzato il giardino sul terrazzo, la Vivai Mari offre ai propri clienti un servizio di mantenimento mirato alla cura del verde installato, così da affiancare il proprietario nella gestione delle piante e di ogni altro elemento presente. Per info e dettagli chiama il numero 06.3240171 o scrivi una mail all’indirizzo vivaimariroma@gmail.com

 VIVAI MARI SRL | Sede Legale: V. del Campeggio 16, 00135 Roma (RM) | rea: 422817 | capitale: 51.480 €. | P. Iva: 01143061008 Privacy & Cookies Policy

si4web

© 2018 | All rights reserved