I rinvasi da ottobre in poi: i consigli del giardiniere

I rinvasi da ottobre in poi: i consigli del giardiniere

Possiedi delle piante in vaso che tieni in casa, sul terrazzo o in giardino?

Ricordati che ogni 3 anni circa è necessario effettuare il rinvaso, che generalmente si fa in autunno o in primavera, a seconda della specie.

Sono diverse le ragioni per cui rinnovare il substrato fertile delle piante, come la sproporzione tra le dimensioni dell’apparato aereo e il vaso, la presenza di insetti nocivi o la crescita eccessiva delle radici.

Hai bisogno di qualche consiglio per eseguirlo al meglio? Puoi trovarlo in questa guida utile!

 

Le regole per un buon rinvaso

Per prima cosa, quando stai per cimentarti nel rinvaso delle tue piante, abbi cura di seguire alcune semplici regole:

  • Elimina le radici marcite;
  • Smetti di innaffiare qualche giorno prima del rinvaso: in questo modo il distacco del pane di terra dal vaso sarà più immediato;
  • Utilizza un vaso di almeno 2 o 3 centimetri più grande del precedente;
  • Una volta inserita la pianta nel nuovo vaso, premi con le mani (senza esagerare) il terriccio intorno per evitare la formazione di sacche d’aria fra le radici;
  • Annaffia con acqua a temperatura ambiente: così facendo aiuterai la pianta ad assestarsi nel nuovo vaso;
  • Utilizza un terriccio di buona qualità e specifico per il tipo di pianta da rinvasare;
  • Poni del materiale drenante sul fondo del vaso (ghiaia, frammenti di coccio) per impedire che i fori di scolo si otturino.

 

Rinvaso piante: quale terriccio scegliere?

La scelta del terriccio è molto importante quando si effettua un rinvaso: utilizzando la tipologia più adatta, la pianta non accuserà lo choc del rinvaso e ne trarrà moltissimi benefici.

Di seguito un breve elenco dei terricci disponibili:

  • Terriccio per piante grasse (l’alta componente di sabbia gli conferisce un forte potere drenante);
  • Terriccio per piante fiorite;
  • Terriccio per acidofile (terriccio particolarmente acido, indicato per piante come la camelia, la skimmia, l’azalea e altre);
  • Terriccio per piante verdi (adatto per tutte le piante tropicali da appartamento);
  • Terriccio per orchidee (composto principalmente da scaglie di corteccia o bark).

 

Terracotta o plastica: qual è il vaso migliore?

Il vaso migliore? Non esiste. Conoscere però le caratteristiche dei materiali di cui è fatto è di sicuro un buon modo per scegliere quello più adatto.

Vaso in plastica: leggero e decisamente economico, il vaso in plastica trattiene facilmente calore e umidità. Si tratta di un materiale non traspirante, che in inverno consente un riparo maggiore per le radici, mentre in estate, surriscaldandosi, mette in serio rischio le radici delle piante.

Vaso in terracotta: rispetto al vaso in plastica, quello in terracotta ha un prezzo più elevato. Il vantaggio principale è quello di essere un materiale traspirante, che consente alle radici di restare in un ambiente areato. In estate protegge bene dal caldo, mentre in inverno, in caso di gelo, deve stare in luogo riparato.

Cerchi giardinieri esperti per rinvasi e la cura del tuo giardino o terrazza?

Nei pressi dello Stadio Olimpico di Roma, Vivai Mari offre uno staff di giardinieri professionisti per interventi su misura e programmati nel tempo.

Richiedi maggiori informazioni! Passa a trovarci in Via dello Stadi Olimpico 16, siamo aperti dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 17:30 e il sabato dalle 8:00 alle 13:00.

Se hai bisogno di maggiori informazioni puoi inviarci una mail a vivaimariroma@gmail.com, chiamarci al numero 06.3240171 oppure compilare il modulo online. Ti risponderemo quanto prima possibile!

Floricultura: piantumazione bulbi, frutti e ciclamini, alberi in zolla e in vaso

Floricultura: piantumazione bulbi, frutti e ciclamini, alberi in zolla e in vaso

Quando mettere a dimora i bulbi

Vuoi sapere quando iniziare la piantumazione dei bulbi di un fiore? La prima informazione di cui hai bisogno riguarda proprio la tipologia di bulbo in questione: è a fioritura primaverile o estiva?

Per i bulbi a fioritura primaverile la messa a dimora va da ottobre a dicembre (tra questi fiori troviamo i narcisi, i tulipani e i giacinti), mentre per quelli a fioritura estiva, molto sensibili al freddo, il periodo va da marzo a fine maggio (è il caso di gladioli, begonie e dalie).

In genere, tutti i terreni sono adatti alla loro coltivazione purché siano perfettamente filtranti: in caso di umidità stagnante, il bulbo sarà destinato a decomporsi.

 

Come coltivare i ciclamini

Una pianta vivace e ricca di colori, il ciclamino richiede una serie di accortezze affinché la sua coltivazione riesca in pieno. In particolare, ecco a cosa dovrai fare attenzione:

  • Semina: si effettua tra luglio e settembre; il vaso in cui sono disposti i semi devono essere ricoperti con un involucro trasparente per mantenere una corretta temperatura (questo sarà tolto non appena spunteranno i primi germogli);
  • Terreno: l’ideale per i ciclamini è un terreno ben drenato e ricco di sostanze organiche;
  • Temperatura: il ciclamino ha bisogno di una buona ventilazione. Per chi vive in zone con clima temperato, può restare all’aperto anche in inverno, mentre in autunno la pianta deve trovarsi in un luogo la cui temperatura non superi i 15 gradi. Attenzione alle gelate;
  • Innaffiatura: l’innaffiatura deve essere piuttosto regolare, evitando eccessi di acqua. Durante la fase vegetativa (quando la pianta non produce foglie e fiori) deve essere ridotta.

 

Piantumazione alberi in zolla, in vaso e da frutto

Vuoi piantare un albero in vaso o nel giardino di casa?

Nel caso di piante in zolla, il periodo di riferimento è quello del riposo vegetativo, ovvero da fine settembre a fine marzo; se invece si tratta di alberi in vaso, non c’è un momento migliore di un altro (esclusi i periodi di caldo estremo, siccità o giornate molto piovose) e potrai procedere con la piantumazione durante tutto l’anno.

Di seguito troverai alcuni piccoli accorgimenti per eseguire l’operazione al meglio.

Piantumazione albero in zolla:

  • raddrizza il più possibile le radici dell’albero una volta tolte dal contenitore;
  • verifica che il colletto della pianta non sia completamente coperto dal terreno quando fai la buca;
  • utilizza torba, trucioli di legno o foglie per proteggere l’albero dalle basse temperature (c.d. pacciamatura del terreno).

Piantumazione albero in vaso:

  • utilizza della ghiaia o argilla per creare uno strato di 5 cm per il drenaggio;
  • ricopri questo strato con un mix di terriccio d’orto, un po’ di sabbia di fiume e terriccio per alberi;
  • unisci 50 g di stallatico secco, utile come concime di fondo.

Anche per gli alberi da frutto in zolla il periodo migliore per la messa a dimora è da inizio autunno fino a fine inverno, mentre per quelli in vaso tutto l’anno.

Ci sono poi alcune specie particolarmente delicate (e che potrebbero danneggiarsi gravemente in inverno) come l’olivo, il fico, il nespolo del Giappone e il kaki la cui messa a dimora deve essere effettuata necessariamente in primavera, sia che essi siano alberi da frutto in vaso o in radice.

Vuoi acquistare fiori, piante o alberi da piantare in casa?

Nei pressi dello Stadio Olimpico di Roma, Vivai Mari offre uno staff di giardinieri professionisti che sapranno consigliarti al meglio, sulla base delle tue esigenze.

Richiedi maggiori informazioni!

Passa a trovarci in Via dello Stadi Olimpico 16, siamo aperti dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 17:30 e il sabato dalle 8:00 alle 13:00.

Se hai bisogno di maggiori informazioni puoi inviarci una mail a vivaimariroma@gmail.com, chiamarci al numero 06.3240171 oppure compilare il modulo online. Ti risponderemo al più presto!

Consigli per la potatura delle piante: sagomature siepi, alberi da frutta

Consigli per la potatura delle piante: sagomature siepi, alberi da frutta

È arrivato il momento di potare i tuoi alberi, ma non sai da dove partire?

Gli scopi della potatura sono diversi, come la riduzione delle dimensioni della pianta, l’incremento della produzione di fiori o l’eliminazione di rami secchi o malati.

Vuoi sapere come evitare di sbagliare la potatura e danneggiare il tuo albero?

 

Come potare un albero da frutta: alcune regole pratiche

Quando si coltiva un albero da frutta per motivi produttivi (e non solo estetici), la sua cura deve essere costante sin da subito. Ecco alcune cose da sapere per prolungare nel tempo la produttività del tuo albero:

  • Nel periodo in cui la vegetazione è più attiva, esegui una potatura più leggera; al contrario, quando l’attività vegetativa rallenta, la potatura dovrà essere più vigorosa;
  • Durante la potatura, distribuisci in modo regolare la vegetazione sulla pianta: dovrà essere di più sulla base della pianta e diminuire via via che si arriva alla chioma;
  • Se esegui una potatura estiva, ricorda che può portare a risultati diversi a seconda del periodo scelto: i tagli fatti tra giugno e luglio favoriscono la crescita vegetativa, mentre quelli tra la metà e la fine di agosto ne contengono la crescita futura;
  • La potatura delle piante da frutto richiede alcune attrezzature e strumenti specifici, ovvero: forbici da giardino, seghetto per i rami più grandi, svettatoio, guanti da giardino, cesoia per rami sottili e mastice cicatrizzante contro i parassiti.

 

Cura della siepe: come si effettua la sagomatura

Anche per le siepi, come nel caso degli alberi, ci sono periodi dell’anno specifici durante i quali effettuare “lavori di manutenzione” che dipendono principalmente dalle piante che compongono la siepe stessa.

La sagomatura, o taglio di manutenzione, è un tipo di taglio che non riduce eccessivamente le dimensioni della siepe, comportando una ricrescita della pianta in tempi più ristretti.

Un giardino circondato da siepi è senza dubbio più elegante, accogliente e bello da vedere. Come fare una sagomatura perfetta, senza imprecisioni? Qui troverai qualche consiglio utile!

  • Cerca di effettuare la sagomatura tra le due e le tre volte l’anno;
  • Il periodo più indicato per il primo taglio è quello primaverile, cioè da marzo in poi, mentre per il secondo è intorno a settembre, prima che inizi l’autunno;
  • Con la sagomatura taglierai rami giovani, garantendo una migliore crescita alla tua siepe e contenendone le dimensioni;
  • Quando procedi al taglio della siepe, eseguilo orizzontalmente, accorciando la pianta di circa 15 centimetri. Cerca di non fare movimenti improvvisi verso il basso: potrebbero comportare un taglio non omogeneo.

La manutenzione costante di un giardino è un’attività che richiede impegno e tempo. Un tempo che spesso viene a mancare, a causa dei mille impegni quotidiani!

Ecco perché, anziché trascurare lo spazio verde che tanto ami, puoi rivolgerti ad aziende specializzate, che si prenderanno cura periodicamente del tuo giardino, mantenendolo pulito, in ordine ed elegante.

Non sai a chi affidarti?

Vivai Mari è un’azienda con sede a Roma che offre moltissimi servizi, tra cui anche la pulizia e la manutenzione di giardini.

Il nostro staff di giardinieri professionisti è a tua disposizione per effettuare interventi su misura e programmati nel tempo.

Potatura, floricultura, manutenzione aree verdi e molto altro!

Ci trovi a Roma, in Viale dello Stadio Olimpico, 16 e siamo aperti dal lunedì al sabato!

Per richiedere maggiori informazioni puoi scriverci una mail a vivaimariroma@gmail.com, chiamare il numero 06.3240171 oppure inviarci un messaggio compilando il modulo online.

Come scegliere il migliore arredo balconi e terrazzi

Come scegliere il migliore arredo balconi e terrazzi

Con l’arrivo della primavera e del primo sole tiepido, la voglia di godersi gli spazi esterni ad un tratto si riaccende!

E come ogni anno hai voglia di cambiare disposizioni, rinnovare il mobilio, aggiungere vasi e dettagli che rendano il terrazzo o il balcone ancora più bello dello scorso anno.

Hai già un’idea di come attuare il cambiamento? Qui puoi trovare qualche consiglio utile per valorizzare al meglio il tuo balcone o terrazzo.

 

Arredo balconi e terrazzi: la valutazione degli spazi

Quando si immagina l’arredamento di un balcone o un terrazzo, la prima cosa importante da considerare sono gli spazi, come le dimensioni, l’esposizione e così via.

Queste informazioni saranno utili per capire:

  • Che tipo di sedie e tavoli acquistare;
  • Se è possibile disporre coperture come tende, ombrelloni o un pergolato;
  • Se ci sono zone da nascondere o coprire;
  • Se c’è una bella vista da valorizzare.

Una volta fatta questa prima valutazione, potrai iniziare a stilare una lista di elementi che non potranno mancare nel tuo terrazzo.

 

Mobili per arredare il terrazzo

Se gli spazi lo consentono, puoi arredare il tuo terrazzo con mobili da giardino.

Un salottino con poltrone, tavolino, chaise-longue e ombrellone ricreerà un luogo rilassante dove goderti momenti in completa tranquillità.

In questo caso, i materiali fra cui scegliere sono legno, giunco, bambù, rattan o ferro battuto.

 

Come arredare balconi e terrazzi con le piante

La scelta delle piante è fondamentale: queste, infatti, decorano lo spazio, regalano profumi meravigliosi e, se scelte con intelligenza, ti proteggono anche dagli attacchi di insetti.

Quali scegliere? Dalle sempreverdi alle piante aromatiche, la scelta è davvero ampia! Se poi hai la possibilità di posizionare un sistema di barriera in legno, utilizzalo per appoggiarci delle piante rampicanti.

 

Tende e tessuti per esterni

Se hai un balcone o un terrazzo ampio, arricchiscilo con qualche tenda che, oltre a ripararti dal sole e dall’umidità serale, garantisce un po’ di privacy in più.

Le tende in cotone naturale, in lino o canapa renderanno il tuo terrazzo ancora più accogliente.

Vuoi rendere il tuo terrazzo o il balcone un elemento aggiuntivo della tua casa e arredarlo con cura nel minimo dettaglio?

Vivai Mari ti offre numerose soluzioni di arredo del verde, dai mobili da esterno a vasi e fioriere per la sistemazione delle piante.

Dagli articoli classici a quelli contemporanei, dall’arte povera all’alto design, troverai diverse proposte per organizzare e progettare i tuoi spazi verdi e trasformare l’aspetto di giardini e terrazzi.

Passa a trovarci in Via dello Stadio Olimpico 16, siamo aperti dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 17:30 e il sabato dalle 8:00 alle 13:00.

Se hai bisogno di maggiori informazioni puoi inviarci una mail a vivaimariroma@gmail.com, chiamarci al numero 06.3240171 oppure compilare il modulo online. Ti risponderemo al più presto!

Quali sono le specie di fiori in serra

Quali sono le specie di fiori in serra

Hai mai coltivato dei fiori in serra?

Si tratta di un mezzo utilissimo per prolungare la stagione di crescita di alcune specie di fiori che generalmente non fioriscono in ambienti esterni.

Vediamo insieme come si coltiva in serra e quali sono i fiori più adatti a questo tipo di ambiente.

 

Coltivazione in serra: di cosa si tratta

Quando si parla di coltivazione in serra si fa riferimento a un tipo di coltivazione protetta, che ha lo scopo di proteggere piante e fiori da situazioni climatiche avverse.

Attraverso l’utilizzo di serre si può:

  • Avere un diverso grado di controllo del clima;
  • Effettuare orticoltura, floricoltura e frutticoltura in ambienti diversi da quelli di origine in cui le diverse specie crescono in modo naturale;
  • Anticipare o ritardare le produzioni (semi forzatura);
  • Realizzare produzioni fuori stagione (forzatura).

I vantaggi che le serre offrono ai fiori (rispetto al giardinaggio all’aperto) sono diversi. Vediamone alcuni:

  • Impediscono il rovesciamento delle piante causato da forti venti o raggi solari scottanti;
  • Offrono protezione contro gli insetti e malattie;
  • Permettono un uso più efficiente delle risorse;
  • Consentono la regolazione del calore (anche nei casi di serre non riscaldate).

 

Floricoltura in serra: le migliori tipologie di fiori

I migliori fiori da serra? In genere sono quelli che amano ambienti caldi e umidi.

Tra questi, includiamo:

  • Tutti i tipi di orchidee;
  • Gigli;
  • Fiori perenni come il delphinium o il lupino;
  • I fiori annuali di ogni genere;
  • Fiori biennali come la digitale.

Orchidee

Le orchidee phalaenopsis, cattleya e ontoglossum preferiscono ambienti di serra regolamentati, mentre l’Odontoglossum cresce meglio in una serra più fresca.

Fiori biennali

Si tratta di fiori che in situazioni di normalità richiedono due anni dalla semina alla fioritura.

Grazie alla coltivazione in serra, si possono piantare i semi in autunno in modo che la pianta sia pronta entro la primavera per la semina.

Fiori perenni e annuali

Il delphinium o i lupini rientrano tra i fiori perenni e, coltivati in serra, danno vita a fiori meravigliosi.

Sia i lupini che il delphinium producono fiori su alti steli e per questo sono più suscettibili al vento e facile preda di parassiti del giardino. Ecco perché la serra riproduce un ambiente ottimale per una crescita protetta.

Anche per i fiori annuali si hanno grandi vantaggi con la coltivazione in serra: piantando semi a metà inverno, le piante saranno pronte a sbocciare al momento giusto per piantarle all’esterno.

Vuoi acquistare fiori, piante o frutti da coltivare in serra?

Nei pressi dello Stadio Olimpico di Roma, Vivai Mari offre uno staff di giardinieri professionisti che sapranno consigliarti al meglio, sulla base delle tue esigenze.

Richiedi maggiori informazioni!

Passa a trovarci in Via dello Stadi Olimpico 16, siamo aperti dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 17:30 e il sabato dalle 8:00 alle 13:00.

Se hai bisogno di maggiori informazioni puoi inviarci una mail a vivaimariroma@gmail.com, chiamarci al numero 06.3240171 oppure compilare il modulo online. Ti risponderemo al più presto!

Consigli nella scelta delle piante per allestimento eventi

Consigli nella scelta delle piante per allestimento eventi

Evento importante in arrivo e come renderlo speciale?

L’organizzazione di un matrimonio, un battesimo o anche un evento aziendale richiedono la cura di ogni dettaglio.

E se la scelta della location è in cima alla lista delle cose a cui pensare, per far sì che questa diventi unica, con una scenografia che sappia esprimere emozioni, eleganza e geometria, l’allestimento floreale è determinate.

Hai forse bisogno di aiuto per decidere i fiori e le piante che più si addicono al tuo evento?

In questo articolo puoi trovare tanti consigli utili!

 

Allestimento floreale per matrimoni

La prima dritta che vogliamo darti riguarda l’evento degli eventi: il matrimonio!

Partiamo subito col dire che (anche se sembrerebbe banale e scontato), prima di scegliere l’allestimento floreale, è necessario che tu abbia chiara la location e di conseguenza lo stile e il carattere che vuoi dare all’evento.

In generale, è sempre meglio evitare colori forti e troppo accesi, favorendone altri più tenui come il bianco, il giallo, il rosa o l’arancio.

Inoltre, potresti pensare di accompagnare ai fiori anche piante, frutti o erbe aromatiche. Se non hai idea di che fiori utilizzare, indirizza sempre la tua scelta in base alla stagionalità.

Per un matrimonio raffinato, nobile e da ricordare ti consigliamo le rose bianche, i gigli o le calle; per uno stile più country la lavanda, i girasoli e le margherite saranno perfetti; mentre la frutta di stagione e gli ortaggi si addicono di più a un evento radical chic e nozze green.

 

Allestimento floreale per eventi aziendali

Festa di fine anno, meeting importante o inaugurazione?

Qualsiasi sia l’evento in questione, l’addobbo floreale sarà il segno distintivo della tua azienda rispetto a tutte le altre.

I fiori creano atmosfera, comunicano ed emozionano: per questo dovrai scegliere quelli che più rappresentano i valori e lo stile della tua realtà, sempre tenendo in considerazione la stagionalità.

Un consiglio? In caso di evento che termina nella giornata, prendi in considerazione l’idea di noleggiare piante e fiori; se invece si tratta di un evento continuativo (di più giorni), affidati a una società che si occupa sia di fornitura che di manutenzione.

Per un effetto scenico e di lusso, l’orchidea potrebbe essere la scelta azzeccata e se vuoi stupire ancora di più i tuoi ospiti…con le pareti verdi verticali colpirai nel segno!

 

Allestimento floreale per altri eventi privati

Big party o evento tra pochi intimi?

Non importa quale sia il numero degli invitati, quello che conta è ciò che vuoi trasmettere!

Come sempre, prima di valutare l’addobbo floreale, cerca di avere bene chiara la location del tuo evento.

Tieni sempre in considerazione la possibilità del noleggio e, in ogni caso, descrivi al fiorista tutti i dettagli della struttura che hai scelto per aiutarlo a proporti idee nuove e sorprendenti!

I fiori svolgeranno un ruolo fondamentale: quello di rendere il tuo evento indimenticabile per gli ospiti che ci saranno.

Quali scegliere?

Se vuoi dare un tocco moderno puoi optare per la tillandsia, se vuoi richiamare i profumi e dell’estate e del mare, con uno stile “rurale”, gli agrumi e l’ulivo saranno perfetti; se invece vuoi celebrare l’amore e la vita non può di certo mancare il tulipano.

Matrimonio o battesimo? Festa a tema o eventi aziendali?

Vivai Mari ti offre un servizio di allestimento per cerimonie ed eventi, realizzando creazioni, addobbi, centri tavola e bouquet da sposa personalizzati.

Siamo qui per realizzare i tuoi desideri e per creare insieme a te la composizione dei tuoi sogni!

Passa a trovarci in Via dello Stadi Olimpico 16, siamo aperti dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 17:30 e il sabato dalle 8:00 alle 13:00.

Se hai bisogno di maggiori informazioni puoi inviarci una mail a vivaimariroma@gmail.com, chiamarci al numero 06.3240171 oppure compilare il modulo online. Ti risponderemo al più presto!

  VIVAI MARI SRL | Sede Legale: V. del Campeggio 16, 00135 Roma (RM) | rea: 422817 | capitale: 51.480 €. | P. Iva: 01143061008    Privacy Policy - Cookie Policy

si4web

© 2018 | All rights reserved